LOTTO B

Il tracciato di TEEM attraversa in quest’area (comprendente i Comuni di Gorgonzola, Bellinzago Lombardo, Cassina de’ Pecchi, Pozzuolo Martesana, Melzo, Liscate, Truccazzano, Settala, Comazzo, Merlino, Paullo, Zelo Buon Persico) un territorio di rilevanza agricola. Il tracciato si sviluppa in leggero rilevato (cioè al di sopra del piano campagna) per la quasi totalità del tratto e si connette con BreBeMi, nonché con la Variante di Liscate (opera connessa alla realizzazione di BrebeMi), tramite il cosiddetto «Arco TEEM». La linea ferroviaria Milano-Venezia (nei comuni di Pozzuolo Martesana e Melzo) verrà, invece, superata mediante un viadotto. Oltre all’interconnessione con BreBeMi, saranno realizzati altri due svincoli autostradali: uno a nord di Pozzuolo Martesana, che permetterà i collegamenti con la viabilità locale attraverso la Variante alla Strada Provinciale 103 «Cassanese», e il secondo a Liscate, per i collegamenti con la viabilità locale attraverso la Variante di Liscate alla Strada Provinciale 14 «Rivoltana».

Per l’attraversamento del Torrente Molgora verrà realizzato, al confine tra Liscate e Truccazzano, un ponte, in acciaio e cemento armato (sezione mista) a tre campate, di lunghezza totale pari a 85 metri, a sua volta sovrappassato dal viadotto (di lunghezza pari a 132,5 metri) che verrà costruito nell’ambito dell’intervento di ripristino della Strada Provinciale 14 «Rivoltana», tratto interferito dal tracciato autostradale. L’«Arco TEEM», dal punto di vista delle fasi realizzative, riveste carattere di priorità, in quanto la sua realizzazione garantirà la funzionalità di BreBeMi.

Lo svincolo di Pozzuolo Martesana è stato localizzato in modo da minimizzare il consumo di suolo, preservando l’area agricola posta a nord della Variante alla«Cassanese». Le aree comprese tra lo svincolo e la «Vecchia Cassanese» saranno oggetto di un importante intervento di compensazione ambientale (Progetto Speciale Ambientale n. 8 «Boschi di Pozzuolo Martesana»). Lo svincolo sarà direttamente connesso alla Variante della Cassanese», anch’essa progettata in modo tale da salvaguardare le aree agricole localizzate a nord della Variante stessa. Verrà inoltre realizzata, in Comune di Pozzuolo Martesana, una viabilità di collegamento tra la Variante alla SP 103 e l’attuale «Cassanese», mentre la «Vecchia Cassanese» scavalcherà TEEM mediante un cavalcavia. Accanto alla strada, verrà costruita una pista ciclopedonale in sede protetta. Analogo intervento verrà realizzato lungo la Strada Provinciale 39-dir in Truccazzano. Fra Truccazzano e Liscate è prevista una pista ciclabile, in sede protetta, mentre tra Melzo e Truccazzano verranno realizzati due cavalcavia. E questo al fine di garantire la continuità della maglia viaria locale. Nel Comune di Melzo verranno collocate due nuove rotatorie: 1) La rotatoria sulla Strada Provinciale 13 «Monza-Melzo», all’intersezione con via Germania, che permetterà di agevolare il traffico proveniente e diretto al futuro nodo di interscambio presso la fermata ferroviaria di Melzo; 2) la rotatoria «Monza-Melzo» di accesso alla zona industriale, che consentirà di migliorare l’accesso all’area evitando di coinvolgere i nuclei residenziali realizzati a ridosso del polo produttivo.

Superato il tratto dell’«Arco TEEM», il tracciato autostradale attraversa il territorio della bassa pianura irrigua, che si contraddistingue per la qualità del paesaggio, con presenze di rilevante interesse culturale (Oratorio Bramantesco di San Biagio di Rossate), ambientale e paesistico (la Muzza). In questo contesto TEEM si sviluppa in leggero rilevato (circa due metri sopra il piano campagna), tranne che nel tratto in cui in sottopassa la strada Provinciale ex Statale 415 «Paullese» (circa tre metri sotto il piano campagna). La Muzza viene attraversata, a partire da nord, al confine tra Comazzo e Merlino, e da sud (Paullo), mediante la realizzazione di due ponti a «sezione mista» (acciaio-cemento armato) a tre campate, entrambi di lunghezza pari a 99 metri. Verrà realizzato, inoltre, uno svincolo autostradale in territorio di Paullo per consentire i collegamenti con la viabilità ordinaria, anche attraverso il potenziamento della «Paullese» (intervento a carico della Provincia di Milano). La nuova configurazione del cosiddetto «Nodo di Paullo», svincolo di interconnessione tra TEEM, «Paullese» e casello autostradale, tiene in considerazione il progettato prolungamento della Linea Tre della Metropolitana fino a Paullo. È stata, inoltre, risolta l’interferenza fra TEEM e la «Paullese». Il tracciato autostradale subirà un leggero interramento fino a una quota compatibile con la falda sottostante (circa meno tre metri). Conseguentemente la «Paullese» subirà una modifica altimetrica che le permetterà di sovrappassare TEEM.

 

IL PROGETTO DEFINITIVO – LOTTO B

 
SCALA 1:5000
Tavola 1 – DOWNLOAD
Tavola 2 – DOWNLOAD
Tavola 3 – DOWNLOAD
Tavola 4 – DOWNLOAD
Tavola 5 – DOWNLOAD
Tavola 6 – DOWNLOAD
 
SCALA 1:2000
Tavola 1 – DOWNLOAD
Tavola 2 – DOWNLOAD
Tavola 3 – DOWNLOAD
Tavola 4 – DOWNLOAD
Tavola 5 – DOWNLOAD
Tavola 6 – DOWNLOAD
Tavola 7 – DOWNLOAD
Tavola 8 – DOWNLOAD
Tavola 9 – DOWNLOAD
Tavola 10 – DOWNLOAD
Tavola 11 – DOWNLOAD
Tavola 12 – DOWNLOAD
Tavola 13 – DOWNLOAD
Tavola 14 – DOWNLOAD
Tavola 15 – DOWNLOAD
Tavola 16 – DOWNLOAD
Tavola 17 – DOWNLOAD
Tavola 18 – DOWNLOAD
Tavola 19 – DOWNLOAD