Storia

Home/Società/Storia
Storia 2015-05-16T00:09:11+00:00

LA STORIA DI TANGENZIALE ESTERNA

Di seguito sono elencati i principali momenti che hanno segnato la storia del progetto della nuova Tangenziale Est Esterna di Milano:

2015: Il 16 maggio entra in esercizio l’intero tracciato di 32 chilometri della Tangenziale Est Esterna di Milano (TEEM-A58).

2014: Il 20 dicembre sono annunciate significative agevolazioni sui pedaggi per automobilisti e autotrasportatori che percorreranno Arco TEEM e BreBeMi.

2014: Il 18 dicembre viene abbattuto l’ultimo diaframma della galleria di collegamento tra TEEM e A1 Milano-Venezia.

2014: Tra l’8 e il 9 novembre nuova “notte bianca” delle infrastrutture, che ha visto la realizzazione dei raccordi tra TEEM, A1 Milano-Venezia e A4 Milano-Napoli.

2014: L’11 ottobre Tangenziale Esterna consegna al Comune di Cerro al Lambro il nuovo centro sportivo progettato dal CONI e finanziato dalla concessionaria TE nell’ambito degli interventi di compensazione al territorio interessato dai lavori.

2014: Il 23 luglio apre al traffico Arco TEEM, i primi 7 chilometri di infrastruttura tra Pozzuolo Martesana e Liscate, interconnettendosi con BreBeMi.

2014: Il 18 maggio viene varato il primo viadotto che scavalca le sei corsie dell’autostrada A1 Milano-Napoli.

2014: Il 9 maggio Banche e Stato bonificano 530 milioni di euro sui conti di TE SpA. Il 50% dei finanziamenti per l’opera risulta ora nella disponibilità effettiva della Concessionaria.

2014: Il 7 maggio gli accordi per le indennità di esproprio agli agricoltori, le cui proprietà sono interessate dai lavori TEEM, raggiungono un ammontare di quasi 60 milioni di euro.

2013: Il 21 dicembre la Concessionaria TE raggiunge il Closing del Project Financing.

2013: Il 26 novembre TE conclude con successo l’aumento di capitale da 220 a 465 milioni di euro grazie alla sottoscrizione da parte di SIAS (Gruppo Gavio) e Intesa San Paolo delle quote che risultavano rimaste totalmente inoptate.

2013: Il 16 giugno viene presentato dal Governo Italiano il cosiddetto “decreto del fare”, all’interno del quale la TEEM figura come opera strategica per l’economia dell’intero Paese.

2013: Il 6 giugno Tangenziale Esterna e Impregilo coinvolgono gli studenti di un istituto superiore di Reggio Calabria in uno stage formativo sui temi di sicurezza e legalità nei cantieri.

2013: Nella notte tra il 12 e il 13 maggio viene posato il primo viadotto della nuova Tangenziale Est Esterna di Milano sopra la linea ferroviaria Milano-Venezia, tra i comuni di Melzo e Pozzuolo Martesana.

2012: Il 12 novembre, siglato il contratto per l’accensione di un prestito-ponte da 120 milioni di euro.

2012: In settembre ottenuto il Finanziamento Ponte da 120 milioni di euro e deliberato l’aumento di capitale da 100 a 220 milioni di euro.

2012: Il 31 luglio, presso la Prefettura di Milano, viene firmato il Protocollo di Legalità contro le infiltrazioni mafiose dell’assegnazione degli appalti.

2012: Il 15 giugno registrato dalla Corte dei Conti il Decreto Interministeriale n. 147 dell’8 maggio 2012, al registro n. 6, foglio n. 270.

2012: L’11 giugno viene firmato il contratto EPC (Engineering, Procurement & Construction) e avviati i lavori della TEEM, destinati a durare fino al 2013 per l’Arco TEEM, fino al 2015 per il resto del tracciato autostradale e fino al 2016 per la realizzazione dell’insieme di opere connesse. Verranno esercitate appieno le funzioni proprie dell’Alta Sorveglianza in virtù di quanto previsto dalla Convenzione Unica.

2012: Il 12 marzo CAL conferisce apposita Delega per l’esercizio dei poteri espropriativi.

2012: L’8 marzo viene sottoscritto l’Atto Aggiuntivo n. 1 alla Convenzione Unica, insieme con gli allegati aggiornati in base al nuovo Quadro Economico d’Investimento del Progetto Definitivo, approvato dal CIPE.

2012: Il 3 marzo la Delibera CIPE viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

2012: Il 24 febbraio la Corte dei Conti registra la Delibera adottata il 3 agosto 2011 dal CIPE per approvare il Progetto Definitivo e il Piano Economico Finanziario TEEM.

2012: Il 26 gennaio viene conferito al Socio finanziario Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo (BIIS) il compito di strutturare, in qualità di Arranger, il Project Financing.

2011: A dicembre viene firmato il Decreto Interministeriale riguardante la TEEM, sottoscritto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

2011: Ad agosto il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) approva il Progetto Definitivo e il Piano Economico Finanziario di TEEM.

2011: Ad aprile, si tiene la Conferenza di Servizi sulla TEEM, indetta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

2011: A febbraio viene pubblicato il Progetto Definitivo di TEEM.

2009: A gennaio nasce la Società di Progetto che assumerà la denominazione di Tangenziale Esterna SpA.

2008: A novembre l’Associazione Temporanea di Imprese vince il Bando di Gara e ottiene, quindi, l’affidamento della concessione.

2008: A luglio viene costituita un’ATI che riunisce, oltre al promotore TEM SpA varie realtà italiane del settore (progettisti, costruttori, gestori ed un partner finanziario). L’ATI parteciperà alla gara per ottenere l’affidamento della concessione di progettazione, realizzazione e gestione di TEEM.

2008: A giugno CAL (Concessioni Autostradali Lombarde) SpA pubblica il Bando di Gara per la progettazione, realizzazione e gestione di TEEM.

2007: Viene firmato l’Accordo di Programma tra Regione Lombardia, Provincia di Milano, Provincia di Lodi, Ministero delle Infrastrutture, CAL SpA (ente concedente), Anas SpA e Rappresentanti di 64 Comuni.

2005: Il CIPE approva il Progetto Preliminare di TEEM. L’infrastruttura viene inserita tra le opere di rilevante interesse strategico nazionale e quindi soggetta alle procedure della Legge Obiettivo.

2002: Viene costituita la società Tangenziali Esterne di Milano (TEM) SpA, con l’incarico di progettare e realizzare l’opera in qualità di Promotore.

2001: Su impulso della Provincia di Milano, prende vita il progetto di una nuova Tangenziale Est Esterna con la finalità di alleggerire il carico di traffico presente sull’esistente tangenziale est di Milano.