A58-TEEM PUNTA LE TELECAMERE CONTRO GLI SCARICHI DI RIFIUTI, I RAVE PARTY E LE CORSE CLANDESTINE. VIDEOSORVEGLIANZA A CONTRASTO DI ACCESSI SOTTO IL VIADOTTO LAMBRO

///A58-TEEM PUNTA LE TELECAMERE CONTRO GLI SCARICHI DI RIFIUTI, I RAVE PARTY E LE CORSE CLANDESTINE. VIDEOSORVEGLIANZA A CONTRASTO DI ACCESSI SOTTO IL VIADOTTO LAMBRO

A58-TEEM PUNTA LE TELECAMERE CONTRO GLI SCARICHI DI RIFIUTI, I RAVE PARTY E LE CORSE CLANDESTINE. VIDEOSORVEGLIANZA A CONTRASTO DI ACCESSI SOTTO IL VIADOTTO LAMBRO

Milano, 19 marzo 2019 – A58-TEEM punta le telecamere contro gli scarichi abusivi di rifiuti, i rave party illegali e le corse clandestine cui si sono abbandonati gli inquinatori, i gruppi di giovani e i motocrossisti che, forzando due cancelli, hanno fatto irruzione nei terreni di proprietà della Concessionaria sottostanti il Viadotto Lambro dell’Autostrada.

A fronte di riscontri diretti per quanto concerne l’immondizia e sull’onda di varie segnalazioni pervenute in merito ai festini e alle gare, Tangenziale Esterna SpA attiverà, infatti, la videosorveglianza con l’obiettivo di contrastare gli accessi arbitrari nell’area di Riozzo sovrastata dall’Arteria taglia-file e lambita da A1 e Provinciale 17 «Santangiolina».

L’installazione di occhi elettronici agli ingressi e in punti strategici delle campagne sormontate dall’Infrastruttura e antistanti il Centro sportivo di via IV Novembre consentirà, dunque, alla Società di garantire la maggiore sicurezza invocata a gran voce dai residenti messi in allarme da scorribande che soltanto le Forze dell’ordine possono perseguire.

Il sistema non è finalizzato, del resto, a reprimere il comportamento dei malintenzionati che fanno saltare lucchetti e serrature allo scopo di entrare nei terreni quanto a dissuadere tali violazioni culminate, almeno negli episodi realmente accertati di scarico di rifiuti, nella consumazione di crimini ambientali puniti dalla normativa in materia.

Le immagini riprese dalle telecamere potranno essere visionate, d’altra parte, esclusivamente da Polizia di Stato, Carabinieri, Finanza e Vigili urbani nel caso ritenessero opportuno documentare eventuali presenze non autorizzate all’interno dell’area nell’ambito di indagini mirate a raccogliere prove sull’effettiva consumazione di reati.

Rimarranno al netto di contestazioni, quindi, i cittadini che, trovando i cancelli aperti a seguito di effrazione e ignorando i cartelli mirati ad avvisare, nel rispetto delle disposizioni di legge, della videosorveglianza, continueranno a usufruire dei terreni per passeggiare nella zona verde scaturita dagli interventi di mitigazione connessi all’Autostrada.

Il sistema non limiterà, inoltre, il libero accesso alle campagne di Riozzo scavalcate da A58-TEEM (33 chilometri da Melegnano ad Agrate Brianza raccordati con A1 Milano-Napoli, A35-BreBeMi e A4 Torino-Trieste) che la Concessionaria, previa la dotazione di indispensabili chiavi, riserva al suo personale, ai tecnici di Snam e ad alcuni agricoltori.

L’apparato tecnologico che Tangenziale Esterna SpA è in procinto di adottare non verrà settato, dunque, per sanzionare chi trasgredisce ma per inquadrare gli ingressi nell’ottica di quella corretta fruizione dell’area che l’Amministrazione di Cerro al Lambro (Riozzo è frazione di questo Comune) ha auspicato a partire dall’inizio del 2019.

Più che al bisogno di una regolamentazione improntata alla tolleranza zero, il sistema risponderà, insomma, all’esigenza, espressa dalla popolazione e condivisa dalla Concessionaria, di un modulo di vigilanza esteso agli orari notturni in cui, quantomeno, si sono verificati diversi accessi abusivi orientati al deposito di spazzatura.

SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO [PDF]

2019-03-20T10:16:42+00:00 marzo 20th, 2019|Comunicati stampa|