ASSIMPREDIL-ANCE: «OGNI GIORNO 1.400 PERSONE LAVORANO NEI CANTIERI DI TEEM. COSI’ STIAMO CONTRIBUENDO ALLA RIPRESA DELL’EDILIZIA AUSPICATA DA LUPI E DE ALBERTIS»

Home/Media/Comunicati stampa/ASSIMPREDIL-ANCE: «OGNI GIORNO 1.400 PERSONE LAVORANO NEI CANTIERI DI TEEM. COSI’ STIAMO CONTRIBUENDO ALLA RIPRESA DELL’EDILIZIA AUSPICATA DA LUPI E DE ALBERTIS»

ASSIMPREDIL-ANCE: «OGNI GIORNO 1.400 PERSONE LAVORANO NEI CANTIERI DI TEEM. COSI’ STIAMO CONTRIBUENDO ALLA RIPRESA DELL’EDILIZIA AUSPICATA DA LUPI E DE ALBERTIS»

 

Milano, 23 settembre 2013 – «Condivido l’interpretazione dei lievi segnali positivi registrati, tra maggio ed agosto, dal settore costruzioni fornita stamane da Maurizio Lupi e Claudio De Albertis, che ringrazio per l’invito a partecipare all’assemblea generale di Assimpredil-Ance, nell’ambito degli efficaci interventi tenuti davanti agli operatori del comparto – ha dichiarato, nel pomeriggio, l’amministratore delegato di Tangenziale Esterna Spa Stefano Maullu -. Come il ministro per le Infrastrutture e il presidente dell’associazione di categoria, ritengo, infatti, non solo che sia troppo presto per vaticinare una ripresa del comparto ma pure che specifici provvedimenti adottati dal Governo abbiano effettivamente contribuito a riattivare il volano economico anticiclico rappresentato dalla realizzazione delle infrastrutture. Mi riferisco, in particolare, alle norme del “Decreto del fare” che hanno previsto finanziamenti pubblici a favore di alcune grandi opere viarie considerate strategiche. Tra queste, soprattutto in virtù dell’impegno profuso da Lupi, figura, com’è noto, anche Tangenziale Est Esterna di Milano. A TEEM, nei cui cantieri, a testimonianza plastica di come le infrastrutture rilancino l’occupazione, lavorano quotidianamente 1.400 persone espresse sia dalle eccellenze del settore rappresentate in seno Consorzio Costruttori sia dalle imprese del territorio, il Governo ha riconosciuto un contributo di 330 milioni di euro. Vincolandone, però, l’erogazione al closing del project-financing entro il 31 dicembre 2013 e allo stato di avanzamento dei lavori. Proprio in concomitanza con l’assemblea di Assimpredil-Ance, mi sento in dovere di rassicurare il ministro e De Albertis, sempre molto sensibili alla trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà delle opere Expo, circa la volontà di TE di arrivare alla chiusura del piano finanziario nei termini fissati, di aprire l’Arco TEEM (7,5 chilometri) entro il maggio 2014 dell’inaugurazione di BREBEMI e di fare entrare in esercizio l’intera tratta (32 chilometri da Agrate Brianza a Melegnano) nella seconda metà del 2015».

SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO

2017-01-31T02:38:10+00:00 settembre 23rd, 2013|Comunicati stampa|