L’ARCO TEEM ENTRERA’ IN ESERCIZIO CONTESTUALMENTE ALL’APERTURA DI BREBEMI PREVISTA PER IL 23 LUGLIO. COMPLETATO AL 70% IL NUOVO ASSE AUTOSTRADALE TAGLIA CODE E CHILOMETRI TRA BRESCIA E MELEGNANO

Home/Media/Comunicati stampa/L’ARCO TEEM ENTRERA’ IN ESERCIZIO CONTESTUALMENTE ALL’APERTURA DI BREBEMI PREVISTA PER IL 23 LUGLIO. COMPLETATO AL 70% IL NUOVO ASSE AUTOSTRADALE TAGLIA CODE E CHILOMETRI TRA BRESCIA E MELEGNANO

L’ARCO TEEM ENTRERA’ IN ESERCIZIO CONTESTUALMENTE ALL’APERTURA DI BREBEMI PREVISTA PER IL 23 LUGLIO. COMPLETATO AL 70% IL NUOVO ASSE AUTOSTRADALE TAGLIA CODE E CHILOMETRI TRA BRESCIA E MELEGNANO

 

Milano, 10 luglio 2014 – L’Arco TEEM (sette chilometri a tre corsie più emergenza per senso di marcia) entrerà in esercizio contestualmente all’apertura al traffico di BreBeMi-A35 prevista per il prossimo 23 luglio. La decisione è stata assunta oggi dalla Concessionaria Tangenziale Esterna Spa con l’obiettivo di consentire agli utenti della «direttissima» Brescia-Bergamo-Milano (62 chilometri da Ospitaletto a Melzo) di accedere, sin dall’inaugurazione dell’A35, alla rete viaria dell’Area Metropolitana attraverso i due svincoli (Pozzuolo Martesana e Liscate) dell’Arco che connettono TEEM-A58 alle Strade Provinciali Cassanese e Rivoltana.

L’Arco, che, proprio in queste ore, viene sottoposto all’ultima fase di collaudi mirati a certificare la sicurezza di un’arteria costruita dalle eccellenze del settore all’insegna dell’alta ingegneria, risulterà, dunque, il primo lotto di TEEM percorribile da automobilisti, motociclisti e camionisti. L’intera tratta dell’infrastruttura-sistema (32 chilometri di tracciato autostradale da Agrate Brianza a Melegnano raccordati con A4, A1 e, appunto, BreBeMi; 38 di arterie ordinarie realizzate ex novo; 30 di percorsi ciclopedonali; nove Progetti Speciali Ambientali), entrerà, invece, in esercizio nella primavera del 2015.

L’ormai imminente apertura dell’Arco va, dunque, inquadrata nell’ottica di un momento cruciale del processo di modernizzazione del territorio indotto dalla realizzazione di TEEM. Grazie all’Arco, che ha comportato un investimento di 180 milioni di euro sui 2,2 miliardi complessivi prevalentemente a carico di soggetti privati necessari per trasporre dalla carta millimetrata alla realtà l’infrastruttura-sistema nella sua interezza, TEEM diventa, infatti, a tutti gli effetti la prosecuzione naturale di BreBeMi. Sin dalla progettazione, TEEM e BreBeMi erano state, del resto, concepite come autostrade l’una dipendente dall’altra sia in ordine ai volumi di traffico sia riguardo alle alternative viabilistiche rispetto alle autostrade esistenti.

L’importanza delle inaugurazioni congiunte è, inoltre, accreditata dalla circostanza che l’entrata in esercizio contemporanea di Arco TEEM e BreBeMi rappresenta plasticamente il completamento di oltre il 70% del nuovo asse autostradale Brescia-Melegnano destinato a rivoluzionare i collegamenti autostradali del NordItalia velocizzando gli spostamenti, decongestionando la circolazione, migliorando la qualità della vita e rendendo più competitive le imprese.

Non appena l’intera tratta di TEEM verrà ultimata in tempo per Expo 2015, il nuovo asse Brescia-Melegnano sfiorerà una lunghezza di 100 chilometri e permetterà anche agli automobilisti, ai motociclisti e ai camionisti in viaggio lungo l’A4 e l’A1 di risparmiare code e chilometri rispetto alle arterie autostradali tradizionali innestandosi su TEEM, a nord e a sud di Milano, attraverso gli svincoli di Agrate Brianza e di Melegnano-Cerro al Lambro.

«Il Gruppo Gavio e Banca Intesa, che figurano tra i Soci di maggioranza sia della compagine azionaria di TE sia di quella di BreBeMi, considerano l’entrata in esercizio contestuale dell’Arco TEEM e della “direttissima” Brescia-Bergamo-Milano un risultato fondamentale frutto dell’impegno straordinario profuso dalle Concessionarie e dai Consorzi Costruttori – ha dichiarato, in mattinata, il Presidente di TE Paolo Morerio -. Stiamo, quindi, scandendo il conto alla rovescia verso l’apertura di queste due infrastrutture gemelle nella consapevolezza che la doppia entrata in esercizio si rivelerà un viatico pure rispetto alla consegna dell’intera tratta di TEEM entro la primavera del 2015».
 
SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO [PDF]

2014-07-10T17:55:25+00:00 luglio 10th, 2014|Comunicati stampa|