PROTESTA CONTRO VARIANTE SS 11, LA CONCESSIONARIA: «CANTIERE IN REGOLA COI PERMESSI. GIÀ PIANIFICATI I TRE INTERVENTI SOLLECITATI DAL TERRITORIO A FAVORE DELLA MOBILITÀ DOLCE»

///PROTESTA CONTRO VARIANTE SS 11, LA CONCESSIONARIA: «CANTIERE IN REGOLA COI PERMESSI. GIÀ PIANIFICATI I TRE INTERVENTI SOLLECITATI DAL TERRITORIO A FAVORE DELLA MOBILITÀ DOLCE»

PROTESTA CONTRO VARIANTE SS 11, LA CONCESSIONARIA: «CANTIERE IN REGOLA COI PERMESSI. GIÀ PIANIFICATI I TRE INTERVENTI SOLLECITATI DAL TERRITORIO A FAVORE DELLA MOBILITÀ DOLCE»

Milano, 10 ottobre 2015 – In ordine alla protesta contro la realizzazione della Variante alla trafficatissima ex Strada Statale 11 «Padana Superiore» inscenata stamattina a Gessate dal Comitato Civico, Tangenziale Esterna SpA precisa quanto segue.

1) Il cantiere aperto il 21 settembre scorso in località Villa Fornaci ha ottenuto dalle Autorità competenti tutti i permessi necessari e tutte le autorizzazioni richieste in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e sulla circolazione stradale nel contesto territoriale interessato dall’intervento.

2) La progettazione esecutiva della Variante all’ex Statale 11 «Padana Superiore» è stata estesa a una parte consistente degli interventi a favore della mobilità dolce sollecitati dal Comune di Gessate e dal Comitato Civico. La Concessionaria, in sinergia con il Consorzio Costruttori TEEM, ha, infatti, disposto la costruzione del sottopasso ciclopedonale di via Roma-Manzoni che congiungerà, in sede protetta, Gessate e Bellinzago Lombardo alla Linea Due della Metropolitana. Verrà, inoltre, trasposto dalla carta millimetrata alla realtà il collegamento ciclopedonale dalla rotatoria prevista in via Roma-Manzoni sino a Cascina Gnocco. Proprio a Cascina Gnocco, sarà, infine, posizionato un semaforo a chiamata per l’attraversamento della strada.

3) Più che di inizio dei lavori si dovrebbe parlare di ripresa degli stessi in quanto, com’è noto, le attività di cantiere hanno subito una sospensione di un anno determinata dai ritardi accumulati durante la sottoscrizione dell’intesa con la Città Metropolitana avente per oggetto le future presa in consegna e gestione della Variante all’ex Statale 11 «Padana Superiore». Questi ritardi hanno impedito di completare l’opera in parallelo alla quasi confinante (Pessano con Bornago) Variante alla Strada Provinciale 13 «Monza-Melzo», che entrerà in esercizio a fine ottobre, alla vicina (Caleppio di Settala) Variante alla Strada Provinciale 39 «Cerca», che aprirà entro fine anno, e a tante altre opere viarie connesse a TEEM-A58 che verranno inaugurate tra il prossimo novembre e la primavera del 2016.

4) La Variante all’ex Statale 11 «Padana Superiore» venne, a suo tempo, richiesta dalle Amministrazioni locali nell’ambito dell’Accordo di Programma che portò a integrare 38 chilometri di nuove Provinciali e Comunali percorribili gratuitamente al tracciato autostradale a pedaggio di TEEM-A58 (32 chilometri da Agrate Brianza a Melegnano). L’opera, approvata dal CIPE nel 2011 e da CAL nel 2012, costituisce, quindi, un tassello del più vasto Sistema TEEM destinato a fluidificare il traffico nel quadrante est-sud dell’Area Metropolitana.

5) L’inserimento nella progettazione esecutiva dei tre interventi mirati a facilitare la mobilità dolce prova che Tangenziale Esterna SpA non s’è sottratta al confronto con il territorio condotto in un’ottica costruttiva. Tale approccio non è stato adottato dal Comitato Civico nell’atto di promuovere iniziative discutibili quali postare sulla pagina Facebook (www.facebook.com/comitatocivicogessate) sia video che documentano l’investimento di bambini lungo strade africane sia maschere grondanti sangue di Roberto Maroni, Giuliano Pisapia, Alessandro Sorte e Arianna Censi.

SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO [PDF]

2015-11-21T13:45:12+00:00 ottobre 10th, 2015|Comunicati stampa|