Milano, 22 novembre 2019 – Su A58-TEEM scende la pioggia ma, diversamente che sulle altre Autostrade italiane sferzate da acqua torrenziale, causa, in tutta la Penisola, non solo di devastanti allagamenti ma pure di gravissimi sinistri, sale la fiducia riposta dagli utenti nell’asfalto drenante e nell’illuminazione salva-vita.

Anche in questo novembre caratterizzato da incessanti precipitazioni, la «Melegnano-Agrate», accreditata dall’AISCAT come l’infrastruttura con minore incidentalità del Paese tra quelle sottoposte a esazione di pedaggio, si conferma, del resto, l’Autostrada più sicura d’Italia sull’onda dei pochissimi sinistri verificatisi.

I quattro tamponamenti di lieve entità registrati nelle ultime due settimane di condizioni meteo difficili rientrano, infatti, nella media statistica («solo» due mortali in lustro di esercizio) degli episodi che si consumano lungo A58-TEEM (33 chilometri raccordati con A1 Milano-Napoli, A35-BreBeMi e A4 Torino-Trieste).

Lungo l’Arteria azzera-code non è emersa, dunque, alcuna recrudescenza di sinistri e gli oltre 75.000 automobilisti, motociclisti e autotrasportatori che, nei giorni feriali, transitano sull’Autostrada hanno continuato a guidare sereni sotto la pioggia battente confidando sia nella pavimentazione sia nel segnalamento.

L’asfalto drenante della Direttissima taglia-file è contraddistinto, d’altra parte, dall’impiego di un manto bituminoso che è sottoposto a controlli e manutenzione a opera del personale di Tangenziale Esterna SpA con l’obiettivo di assicurare, pure con maltempo persistente, l’alta aderenza degli pneumatici al tracciato.

Esclusiva di A58-TEEM risulta, invece, la scia salva-vita che, in caso di precipitazioni come di nebbia, viene automaticamente delineata da luci a led non appena i 52 rilevatori elettronici dislocati lungo l’intera tratta riscontrano tassi di umidità considerati tanto elevati da esporre gli utenti a rischio di sinistri.

Tale sistema aggiuntivo potenzia, al concretizzarsi di ben determinate situazioni, l’illuminazione standard in dotazione all’Autostrada, squarcia, a totale beneficio dei clienti al volante, muri d’acqua, folate di neve e banchi di nebbia e rende, in questo modo, più nitide le carreggiate, le uscite e le interconnessioni.

La funzione dei 2.000 led (uno ogni 30 metri dei percorsi in direzione sud e nord), posizionati, a un’altezza di 90 centimetri dal piano di scorrimento, sullo spartitraffico tra i due sensi di marcia, è, difatti, quella di tracciare una striscia iridescente in grado di favorire l’orientamento di quanti si trovano in viaggio.

Le luci salva-vita, che, in corrispondenza degli svincoli, vengono raddoppiate da una linea di led ubicata sui guard-rail di destra, appaiono, insomma, sempre percepibili e, rispetto a quelle generate dai catadiottri montati sui new-jersey centrali, sono più facili da individuare per automobilisti, autotrasportatori e motociclisti.

Nelle circostanze di pioggia, neve o nebbia previste con vasto anticipo da Radarmeteo, il team di specialisti incaricato di elaborare bollettini relativi a ogni chilometro del tracciato, l’apparato viene azionato, comunque, prima che gli umidostati rilevino percentuali superiori al 65% e tenuto in azione sino al rientro dell’allerta.

Va sottolineato, infine, che, pure in occasione dell’indagine di customer satisfaction condotta dell’Istituto Piepoli per conto della Concessionaria, gli utenti di A58-TEEM interpellati hanno dichiarato di apprezzare asfalto drenante e led aggiuntivi perché così si sentono «meno attanagliati dalla paura di provocare incidenti».