SCAVI-SHOW, ULTIMATA LA GALLERIA DI CONNESSIONE CON L’A4 MILANO-VENEZIA

///SCAVI-SHOW, ULTIMATA LA GALLERIA DI CONNESSIONE CON L’A4 MILANO-VENEZIA

SCAVI-SHOW, ULTIMATA LA GALLERIA DI CONNESSIONE CON L’A4 MILANO-VENEZIA


 
18 dicembre 2014

S’è svolto stamattina a Caponago (Monza e Brianza) il sopralluogo «Connessione TEEM-A4: la galleria vede la luce». S’è trattato di una visita ai cantieri del Lotto Nord (6,1 chilometri compresi tra Agrate Brianza, Cavenago Brianza, Caponago, Cambiago, Pessano con Bornago e Gessate) di Tangenziale Est Esterna di Milano (32 chilometri da Agrate Brianza a Melegnano) promossa da NORTE Scarl, Tangenziale Esterna SpA e Consorzio Costruttori TEEM in coincidenza con l’abbattimento dell’ultimo diaframma del tunnel di 70 metri realizzato sotto le carreggiate della Torino-Milano-Trieste con l’obiettivo di garantire il raccordo fra TEEM-A58 e A4.

Al sopralluogo, preceduto da una conferenza-stampa ospitata dagli uffici di NORTE, sono intervenuti il presidente di NORTE e vicepresidente di CCT Rocco Magri, il presidente di TE Paolo Morerio, l’amministratore delegato di TE Claudio Vezzosi e il direttore di NORTE Maurizio Panisi.

Il completamento della galleria, che, attraverso rampe e svincoli nei due sensi di marcia costruiti all’insegna dell’alta ingegneria, dà accesso a TEEM-A58 sull’A4 va inquadrato non solo nell’ottica di opere ultimate, per quanto concerne il Lotto Nord, con una percentuale superiore all’80% ma pure con il grandangolo di uno stato di avanzamento complessivo dei lavori giunto, ormai, in dirittura finale. L’intera tratta di TEEM-A58, dotata di sei svincoli (Pessano con Bornago, Gessate, Pozzuolo Martesana, Liscate, Paullo e Vizzolo Predabissi) e interconnessa al centro con BreBeMi-A35 e a sud con l’A1 Milano-Napoli), entrerà, infatti, in esercizio entro il maggio 2015 di Expo. E questo a meno di tre anni dall’apertura dei cantieri (11 giugno 2012) e dieci mesi dopo l’apertura al traffico (23 luglio scorso) dell’Arco di 6,5 chilometri che assicura a BreBeMi-A35 la penetrazione sugli assi viari della Grande Milano.

La visita odierna è risultata incardinata su un’andata-e-ritorno a bordo di navette dalla sede di NORTE all’imbocco del tunnel. Qui i partecipanti hanno potuto assistere alle ultime fasi dello scavo, intrapreso nel luglio scorso, che hanno riservato momenti emozionanti. Soprattutto quando, in simultanea con l’abbattimento dell’ultimo diaframma, il buio della galleria è stato squarciato della luce proveniente dal sedime autostradale dell’A4. Quell’attimo era stato, d’altra parte, atteso per 170 giorni dai 250 tecnici che, quotidianamente, hanno profuso il massimo impegno negli scavi affidati alla Vitali di Cisano Bergamasco (Bergamo) della Società consortile NORTE costituita da Coopsette di Castelnovo Sotto (Reggio Emilia), CMC di Ravenna, CMB di Carpi (Modena) e Unieco di Reggio Emilia.

Va sottolineato che i raccordi di TEEM-A58 con BreBeMi-A35 e con l’Autostrada del Sole non hanno comportato la realizzazione di gallerie in quanto consistono in viadotti e svincoli a straordinaria tecnologia costruttiva che scavalcano arterie ordinarie e reti ferroviarie allo scopo di rendere immediate e sicure le intersezioni. Diversa la situazione della connessione TEEM-A4, punta di diamante delle infrastrutture trasposte dalla carta millimetrata alla realtà nel Lotto Nord. Intanto perché, in quest’area, TEEM si sviluppa prevalentemente in trincea (sei-dieci metri al di sotto del piano di campagna). E poi perché la connessione in galleria con la Torino-Milano-Trieste è imperniata proprio su un tunnel che, con sezione a doppia fornice, sottopassa l’A4 con una carreggiata sud di 21 metri e una nord di 19 metri.

È un’opera degna di nota non solo riguardo ai metodi ultramoderni di esecuzione ma anche in ordine al dispiego di uomini (in totale 1.485 tecnici con presenza media giornaliera di 250) e mezzi (nel complesso 411 fra escavatrici e camion). Il tunnel è retto da 204 pali e da 83 travi in cemento armato. La costruzione ha riservato diverse soluzioni interessanti dal punto di vista ingegneristico. Va citata, per esempio, la creazione temporanea di una doppia varice sull’A4 che ha permesso di proseguire i lavori senza interrompere il traffico della Torino-Milano-Trieste tra Agrate e Cambiago se non per poche ore con chiusure pianificate insieme con ASPI e ANAS.

Ma il sottopasso dell’A4 non è l’unico intervento da rimarcare tra quelli attuati nel Lotto A di TEEM-A58. Le interferenze con il Naviglio della Martesana e con la Linea Verde della sono state, d’altra parte, bypassate con altre due gallerie trasformate in realtà con procedure da manuale delle costruzioni.

Lo documentano le immagini relative alla realizzazione del tunnel sotto la MM2 che, montate con dinamica accelerata e postate su Facebook e Twitter, sono state visualizzate da oltre 200.000 utenti dei social network.

«Il completamento degli scavi sotto le carreggiate dell’A4 ci proietta verso il futuro prossimo venturo dell’entrata in esercizio di tutta TEEM-A58 – ha dichiarato l’amministratore delegato di TE Claudio Vezzosi -. Ma noi, che teniamo d’occhio pure il presente, ufficializzeremo, nei prossimi giorni, i termini di una scontistica sui pedaggi di Arco TEEM e BreBeMi-A35 che, dal 1° gennaio 2015, verrà riservata a migliaia di pendolari, utenti e camionisti allo scopo di contenere i costi ai caselli».

«La Concessionaria ha disposto che i cantieri di TEEM-A58 rimangano in attività anche in concomitanza con le Festività natalizie – ha aggiunto il presidente di TE Paolo Morerio -. In linea con il Consorzio Costruttori, riteniamo, difatti, che il rispetto del cronoprogramma stilato all’inizio dei lavori sia certamente il più gradito regalo che possiamo mettere sotto l’albero dei residenti nell’Area Metropolitana».

2017-01-31T02:38:00+00:00 dicembre 18th, 2014|Notizie|