EXPO 2015, DEFISCALIZZAZIONE PARZIALE E AVANZAMENTO OPERE CONNESSE. MAULLU: «TE PRONTA A COLLABORARE CON LUPI, MARONI E SALA ALL’INSEGNA DELLA TRASPARENZA»

Home/Media/Notizie/EXPO 2015, DEFISCALIZZAZIONE PARZIALE E AVANZAMENTO OPERE CONNESSE. MAULLU: «TE PRONTA A COLLABORARE CON LUPI, MARONI E SALA ALL’INSEGNA DELLA TRASPARENZA»

EXPO 2015, DEFISCALIZZAZIONE PARZIALE E AVANZAMENTO OPERE CONNESSE. MAULLU: «TE PRONTA A COLLABORARE CON LUPI, MARONI E SALA ALL’INSEGNA DELLA TRASPARENZA»

10/05/2013
 
«Apprezzo che, a pochi giorni dalla sua nomina, il commissario unico di Expo Giuseppe Sala abbia manifestato la necessità di monitorare, in sinergia con tutti i soggetti coinvolti e all’insegna della trasparenza verso i cittadini, lo stato di avanzamento delle grandi opere connesse all’evento 2015 – ha dichiarato l’amministratore delegato di Tangenziale Esterna SpA Stefano Maullu -. E concordo con il “governatore” Roberto Maroni, che, oggi, ha sottolineato l’esigenza di fare emergere eventuali difficoltà inerenti le infrastrutture previste per Expo. All’invito per una visita ai cantieri della Tangenziale Est Esterna di Milano che, il 6 maggio scorso, ho rivolto non solo a Sala e a Maroni ma pure al presidente del Consiglio Enrico Letta e al ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi, questo pomeriggio aggiungo, dunque, la disponibilità di TE sia a fornire le informazioni richieste sia a partecipare ai tavoli convocati. Sempre nell’ottica della chiarezza invocata da Sala, confido, infine, che il Governo, dimostratosi, sin dall’insediamento, interessato a riservare una corsia preferenziale all’occupazione e alla crescita anticicliche garantite dalla costruzione di TEEM, Brebemi e Pedemontana Lombarda, adotti in tempi rapidi i provvedimenti già delineati in merito alla defiscalizzazione parziale delle grandi opere legate a Expo. Condivido, del resto, l’obiettivo indicato da Lupi e dal viceministro all’Economia Luigi Casero, con i quali sono pronto a collaborare, di far poggiare la defiscalizzazione parziale sulle fondamenta di un gettito comunque assicurato all’Erario dalla creazione di nuovi posti di lavori e dal rilancio delle imprese».

2013-05-10T15:13:33+00:00 maggio 10th, 2013|Notizie|