Comunicato stampa 19.07.2012

///Comunicato stampa 19.07.2012

Comunicato stampa 19.07.2012

Qualità dell’aria e della vita, TE affida ai Corrieri in Bicicletta la consegna della corrispondenza e conferma la realizzazione di 30 chilometri di piste ciclabili L’intesa con Urban Bike Messenger apre la collaborazione con le eccellenze della green-economy

Milano, 19 luglio 2012 – Tangenziale Esterna, la Spa incaricata di progettare, realizzare (due miliardi di investimenti garantiti interamente da soggetti privati) e gestire la Tangenziale Est Esterna di Milano (32 chilometri di tracciato da Agrate Brianza a Melegnano), da oggi figura in maglia gialla nel Tour disputato dalle Concessionarie Autostradali con l’obiettivo di assicurarsi il primo posto nella classifica dell’impegno profuso in ordine alla qualità dell’aria e della vita. Nel pomeriggio, mentre Oltralpe era in pieno svolgimento la diciassettesima tappa della Grande Boucle, la Società ha, infatti, affidato a Urban Bike Messenger il ritiro e la consegna della propria corrispondenza entro i confini ambrosiani. La decisione di far recapitare lettere, buste e pacchi esclusivamente dai Corrieri in Bicicletta Milano è stata assunta da TE, che, peraltro, costruirà ex novo 30 chilometri di piste ciclabili nell’ambito delle opere connesse a TEEM, nell’ottica di contribuire, già nella fase di inizio dei lavori (11 giugno scorso), all’abbassamento delle polveri sottili. Il servizio assicurato da UBM con l’impiego di biciclette permetterà, del resto, di azzerare le emissioni inquinanti derivanti dalla movimentazione di corrispondenza tramite l’utilizzo di mezzi a motore.

Il contenimento delle concentrazioni che scaturirà dalla scelta della Concessionaria (57% TEM, 15,5% Impregilo, 7,9% Pizzarotti, 4,1% Coopsette, 4% Cmb, 4% Unieco, 3,2% Cmc e altri soci) di avvalersi di una Società capace di sottrarre, dal 2008 in avanti, 24 tonnellate di anidride carbonica all’atmosfera grazie all’uso di biciclette, va ritenuto la prima della lunga serie di azioni pianificate dalla TE allo scopo di tutelare l’ambiente e di ottimizzare la qualità della vita.

L’accordo fra TE e UBM, ufficializzato, nel pomeriggio, da Chiara Pochetti in rappresentanza della Spa e da Roberto Peia per conto dei Corrieri in Bicicletta Milano, rientra, d’altra parte, nell’ambito delle partnership con alcune eccellenze della green-economy che la Concessionaria ha avviato subito dopo l’apertura dei cantieri di TEEM. L’auspicio è che la sinergia attivata dalla Società con UBM e con altre Aziende «verdi» (le intese, ormai in dirittura d’arrivo, saranno rese note nei prossimi giorni) possa favorire la conoscenza da parte dei cittadini degli interventi ambientali (nove progetti speciali) che la Società attuerà sul territorio in parallelo con la trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà del tracciato autostradale e delle opere viarie connesse (290 milioni di euro di investimenti, attualmente non disponibili nei bilanci degli Enti pubblici, per la realizzazione, auspicata da almeno trent’anni dai residenti, di 38 chilometri di nuovi collegamenti ordinari e di 15 chilometri di riqualificazione di arterie esistenti).

«TEEM va inquadrata nel grandangolo di un’infrastruttura che sta già dando impulso all’occupazione (100 nuovi posti di lavoro creati dall’apertura dei cantieri), alla crescita (i 5,6 miliardi di euro di ricchezza prodotta incrementeranno il Pil della Provincia di Milano del 2,8%) e alla qualità della vita ha dichiarato Chiara Pochetti -. La fluidificazione del traffico che verrà indotta dalla realizzazione del tracciato autostradale e delle opere connesse si ripercuoterà, difatti, positivamente sull’ambiente e sull’economia delle famiglie. Le comunità locali, grazie all’entrata in esercizio di TEEM e delle infrastrutture viarie collegate, trarranno indiscutibili benefici dalle 150 tonnellate di anidride carbonica sottratte alle emissioni inquinanti, dai 30 milioni di euro di carburante risparmiati e dalle otto milioni di ore levate agli incolonnamenti. Per tutte queste ragioni e in nome dei 30 chilometri di piste ciclabili, che intendiamo costruire, siamo lieti di dare il via alla collaborazione con il mondo della green-economy partendo dall’accordo con una realtà importante come UBM-Corrieri in Bicicletta. Volendo utilizzare la terminologia del ciclismo, quest’intesa rappresenta solo la “punzonatura” di un Giro d’Italia dell’ambiente che vogliamo vincere».

 
SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO [PDF]

2012-07-19T19:04:33+00:00 luglio 19th, 2012|Comunicati stampa|